Home Competenza Consolare Italia Cina Visti e legalizzazioni Consocere la Cina 中文
Messaggio augurale di Xi Jinping per il 2016
(2016-01-01)
 

Alla vigilia del nuovo anno, attraverso Radio Cina Internazionale, Radio Nazionale Cinese e Stazione Televisiva Centrale Cinese (CCTV), il presidente cinese, Xi Jinping, ha pronunciato un messaggio di auguri per il 2016 alla popolazione cinese di tutte le etnie, ai compatrioti delle Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao, a quelli di Taiwan e ai cinesi d'oltremare, nonché agli amici degli altri Paesi e regioni del mondo. Ecco di seguito il saluto presidenziale:

Compagni, amici, signore e signori:

fra qualche ora, il rintocco della campana darà inizio al nuovo anno. Ci congederemo dal 2015 e accoglieremo il primo raggio di luce solare del 2016. In questo momento di addio al vecchio e benvenuto al nuovo, porgo i miei migliori auguri di nuovo anno alla popolazione cinese di ogni etnia, ai compatrioti delle Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao, a quelli di Taiwan e ai cinesi d'oltremare, nonché agli amici degli altri Paesi e regioni del mondo.

Chi semina raccoglie. Nel 2015, il popolo cinese ha lavorato molto e ha ottenuto abbondanti risultati: la crescita economica cinese continua ad essere ai primi posti a livello mondiale, l'impulso completo alle riforme, il continuo approfondimento della riforma del sistema giudiziario, il miglioramento dell'ambiente politico promosso dall'educazione al tema "tre severità e tre onestà" e l'instancabile lotta alla corruzione. Grazie all'impegno comune del popolo cinese di tutte le etnie, il 12° piano quinquennale ha avuto un'ottima conclusione e la popolazione ne ha avvertito i benefici.

Quest'anno, abbiamo celebrato il 70° anniversario della vittoria della Guerra di resistenza del popolo cinese contro l'aggresione giapponese e della Guerra mondiale anti-fascista e abbiamo organizzato una grande parata, dimostrando alcune verità: la giustizia prevale, la pace prevale, il popolo prevale. Abbiamo applicato in modo completo una strategia di riforma per rafforzare l'esercito, annunciando al contempo la riduzione di 300 mila soldati. A Singapore, io e Ma Ying-jeou ci siamo incontrati e c'è stata la prima stretta di mano tra il PCC e il Kuomintang da 66 anni, il che dimostra la comune aspirazione dei compatrioti di entrambe le sponde dello Stretto per uno sviluppo pacifico delle relazioni bilaterali.

Quest'anno, la città di Beijing ha ottenuto il diritto di organizzare la 24° edizione delle Olimpiadi invernali; lo yuan è stato inserito nel paniere SDR del FMI; il montaggio e la fine della linea di produzione del grande aereo C919 sviluppato e prodotto autonomamente dal nostro Paese; il nuovo record mondiale stabilito dal nostro supercomputer nei "sei campioni consecutivi"; il satellite per esplorare la materia oscura sviluppato e prodotto dai nostri scienziati è stato lanciato nello spazio; Tu Youyou è diventata la prima scienziata cinese ad ottenere il Premio Nobel. Tutto ciò ci dice che con la tenacia si possono sempre realizzare i propri sogni.

Quest'anno, oltre alla gioia, abbiamo anche sperimentato momenti tristi. Il ribaltamento del traghetto turistico "Stella d'Oriente", l'enorme esplosione nel porto di Tianjin, la frana a Shenzhen e altri incidenti hanno provocato la perdita della vita di numerosi nostri compatrioti. Altri compatrioti sono state vittime del terrorismo e tutto ciò ci addolora profondamente. Essi restano nella nostra memoria e mi auguro che coloro che non sono più fra noi possano riposare in pace e che i vivi possano condurre una vita sicura e sana! La vita della popolazione comporta ancora difficoltà e preoccupazioni. Il Partito e il governo continueranno ad impegnarsi per garantire concretamente la sicurezza della vita e dei beni del popolo, nonché il miglioramento della qualità della vita e la salute pubblica.

Compagni, amici, signore e signori:

Il 2016 sarà l'anno in cui la Cina inizierà la fase cruciale di ingresso nel benessere sociale. La quinta sessione plenaria del 18° Comitato Centrale del Partito Comunista cinese ha chiarito la direzione dello sviluppo del nostro Paese nei prossimi cinque anni. Le prospettive sono molto incoraggianti e stimolanti, tuttavia la felicità non calerà dal cielo. Dobbiamo credere fermamente nel successo, continuare a lavorare sodo, mettere in pratica il concetto di sviluppo basato su innovazione, coordinamento, verde, apertura e condivisione; promuovere con impegno le riforme strutturali, le riforme e l'apertura, l'equità e la giustizia sociale; creare con impegno un ambiente politico incontaminato, in modo che la fase cruciale di costruzione completa del benessere sociale abbia un buon inizio.

Per completare la costruzione di una società benestante, un miliardo e 300 milioni di persone devono avanzare insieme, tenendosi per mano. Mi sta particolarmente a cuore far sì che decine di milioni di abitanti poveri delle zone rurali conducano una vita migliore. Siamo già partiti alla carica nella dura lotta per la riduzione della povertà. Tutto il Partito e il Paese devono impegnarsi insieme per rimediare con tutte le forze a questa piaga, garantendo che tutte le persone bisognose delle zone rurali escano dalla povertà nei tempi previsti. Dobbiamo aver cura di tutte le persone in difficoltà, affinché sentano la nostra vicinanza.

Compagni, amici, signore e signori:

Abbiamo solamente una Terra, la casa comune dei popoli di tutti i Paesi. Quest'anno i leader del nostro Paese hanno partecipato a diverse conferenze internazionali, hanno messo in campo numerose attività diplomatiche, hanno dato impulso affinché la costruzione di "una Cintura e una Via" registri progressi sostanziali e hanno preso parte ai temi internazionali, tra cui l'Agenda sullo sviluppo sostenibile 2030 e la risposta ai cambiamenti climatici globali. Il mondo è molto grande e presenta molteplici problematiche. La comunità internazionale aspetta di ascoltare la voce della Cina e le sue proposte. La Cina non può deludere queste attese. Dobbiamo mostrare simpatia e vicinanza a quanti si trovano in difficoltà e sono afflitti da guerra e dolore e dobbiamo ancor più assumerci le nostre responsabilità e prendere iniziative. La Cina rivolgerà sempre il suo abbraccio al mondo e farà tutto il possibile per dare una mano a chi è in difficoltà, in modo che il nostro "gruppo di amici" diventi sempre più numeroso.

Spero sinceramente che la comunità internazionale si impegni insieme, affinché ci siano più pace e cooperazione, l'antagonismo si trasformi in cooperazione e la guerra in pace, per costruire insieme una comunità di destini dei Paesi del mondo che sia di tutti e per tutti.

Grazie a tutti.

Suggest To A Friend
  Print